Prorogate a ottobre misure anticovid

Sulla Gazzetta Ufficiale del 30 luglio 2020 è stato pubblicato il decreto legge 30 luglio 2020, n. 83, recante “Misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020”.
L’adozione di questo provvedimento si è resa necessaria in considerazione della scadenza al 31 luglio della dichiarazione dello stato di emergenza.
Con delibera adottata nella seduta del 29 luglio, il Consiglio dei Ministri ha disposto la proroga dello stato di emergenza fino al 15 ottobre 2020 e ha contestualmente emanato un nuovo decreto per estendere fino a tale data gli effetti di una parte delle misure precedentemente adottate.
La prima fondamentale misura è lo spostamento del termine entro il quale possono essere adottati i provvedimenti emergenziali restrittivi delle libertà personali e di impresa con la possibilità di modularne l’applicazione in aumento ovvero in diminuzione secondo l’andamento epidemiologico del virus.
Restano in vigore una serie di disposizioni in tema di lavoro agile (c.d. smart working) ed edilizia scolastica contenute nel decreto-legge n. 34/2020 c.d. Decreto Rilancio.
Per tutti i lavoratori e i volontari, sanitari e non, che nello svolgimento della loro attività sono oggettivamente impossibilitati a mantenere la distanza interpersonale di un metro, sono considerati dispositivi di protezione individuale (DPI) le mascherine chirurgiche reperibili in commercio; le stesse disposizioni si applicano anche ai lavoratori addetti ai servizi domestici e familiari.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.