Le real people sfilano per Dolce&Gabbana

Real people, cioè ben 150 persone di tutte le etnie, altezze e taglie, hanno sfilato per Dolce&Gabbana a Milano in occasione della Fashion Week.
Generazioni a confronto in un’unica passerella che ha celebrato l’universo femminile (e maschile) senza alcuna distinzione.
Possiamo dire che sono piccoli grandi obiettivi quando Dolce&Gabbana porta in passerella donne dalla fisicità comune, perché in fondo la moda deve essere per tutti.
“La nuova generazione con i social sta cambiando il linguaggio, il modo di essere e di fare, ma – sottolineano i due stilisti – ha anche dei valori forti come la famiglia, così abbiamo pensato a questa collezione e a queste persone come a una cosa sola”.
Ecco perché in passerella, come su Instagram, c’è tutto e il contrario di tutto, sia a livello di stile sia a livello di cast, con ragazze alte e magre come vere modelle e altre più morbide.
Per presentare la nuova collezione alla settimana della moda di Milano non hanno sfilato solo modelli ma blogger, famiglie e clienti affezionati.
La presentazione si è svolta al vecchio teatro Metropol di Milano.
Suzy Menkes, importante critica della rivista statunitense Vogue, ha scritto che “gli stilisti, con i loro giochi e divertimenti spensierati, hanno fatto qualcosa di eccezionale: rendere la diversità – di forma del corpo, del colore della pelle e dell’origine etnica – naturale e desiderabile”.
In passerella si è visto un po’ di tutto: cani, motivi floreali e leopardati, regine di cuori e tanti pizzi, che sono una delle cose più riconoscibili dello stile del marchio.
Alla fine dello spettacolo tutti i modelli hanno sfilato con Austin Mahone e gli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana e le porte dietro i posti a sedere si sono aperte per fare entrare dei camerieri con bicchieri di rosè per il pubblico.

 

 

 

 

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.