Le 12 Case

In astrologia le 12 case sono divisioni della Carta astrale, sono delle zone all’interno del cerchio dello zodiaco e il loro studio è detto domificazione.

Le 12 case rappresentano il percorso del sole e dei pianeti nell’arco di una giornata, dall’alba di un giorno all’alba successiva per la rotazione della Terra.
I pianeti si trovano in una determinata posizione rispetto alla linea dell’orizzonte (Ascendente – Discendente) e alla linea del meridiano (Medium Coeli – Imum Coeli).
Il passaggio da una casa all’altra non è regolare come per i segni (che hanno tutti ampiezza pari a 30°). Ma all’equatore, dove la durata del giorno e della notte è sempre la stessa, le case hanno tutte la stessa estensione.
La parte sopra l’orizzonte è la parte superiore e diurna, quella sotto l’orizzonte è la parte inferiore e notturna. I quattro quadranti sono a loro volta suddivisi in tre settori per un totale di 12 case.
Le case si contano in senso antiorario, la prima casa è l’Ascendente, in ordine segue la quarta casa o Imum Coeli, poi il Discendente, si tocca il Medium Coeli della decima casa (zenit).

Ciascuna casa rappresenta un settore della vita.

La prima casa si riferisce all’Ascendente e rappresenta il modo di presentarsi agli altri, la prima impressione che diamo.

La seconda casa rappresenta i valori concreti che abbiamo su cui possiamo contare, i beni materiali e le necessità primarie, la gelosia.

La terza casa rappresenta le pubbliche relazioni e le persone più vicine a noi, famigliari, amici, colleghi, il modo di esprimerci, gli studi.

La quarta casa o Imum Coeli (IC) è l’ambiente di origine in cui siamo cresciuti, la nostra infanzia, la famiglia, le tradizioni, la memoria.

La quinta casa è la voglia di vivere e divertirsi, la creatività, la passionalità, gli eccessi e il rischio. I figli e come educarli.

La sesta casa è il dovere, le regole, il lavoro, la routine quotidiana.

La settima casa o Discendente indica i rapporti con gli altri, la collettività, e il modo in cui viviamo le relazioni, il matrimonio.

L’ottava casa rappresenta il rapporto con il denaro, il sacrificio, la morte, i segreti, il fascino e la profondità spirituale, la sessualità e la procreazione.

La nona casa rappresenta l’ambiente lontano, i lunghi viaggi, l’estero, i sogni, l’evasione, l’etica, gli studi superiori, gli ideali.

La decima casa inizia dal Medium Coeli rappresenta il lavoro, la fuga dal nido di origine, il successo, l’indipendenza, l’ambizione e la decisione ad inseguire obiettivi, la forza di abbattere gli ostacoli, la carriera.

L’undicesima casa è la casa dell’equilibrio, del controllo, di come ci muoviamo nel contesto sociale, le speranze, le nuove tecnologie.

La dodicesima casa chiude il cerchio e rappresenta noi di fronte al mondo e alle difficoltà della vita, è il modo in cui riusciamo a gestire la nostra interiorità, la meditazione, la sensibilità, l’emotività, la solitudine, l’inconscio, la vecchiaia, l’insofferenza verso la routine.

Case 1, 4, 7 e 10: Angolari, segni cardinali
Succedanee Case 2, 5, 8 e 11: Succedanee, segni fissi (centro stagione)
Case 3, 6, 9 e 12: Cadenti, segni mobili

Parlando delle 12 case, vi sono delle credenze, che noi non seguiamo, tra cui quella che lega ogni casa ad un segno zodiacale definito, ad esempio che la prima casa è dell’Ariete e quindi un pianeta che cade in prima casa è come se fosse in ariete. Sempre secondo queste teorie, le 12 case sarebbero associate ai pianeti quindi, sempre riferendoci al nostro esempio, la prima casa essendo riferita all’ariete sarebbe governata da Marte.

Queste teorie, seppur molto diffuse, non sono prese in considerazione da noi perché noi riteniamo (e non siamo i soli) che non possano esserci queste corrispondenze tra case-segni-pianeti.

Sono ambiti e discorsi diversi tra di loro che secondo la visione da noi seguita non possono essere accomunati.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.