Italiani a tutela del clima secondo i sondaggi

Secondo gli ultimi sondaggi, gli italiani hanno interesse alla tutela del clima e dell’ambiente.
Molti si sono dichiarati disponibili a eliminare la plastica dai propri consumi abituali.
La percentuale è molto alta si parla di 9 italiani su 10 (89%).
Il sondaggio è stato condotto in occasione dello sciopero globale per il clima.
Quasi tutti gli italiani (93%) sanno dei recenti disastrosi accadimenti di incendi forestali in Amazzonia, Russia e Africa.
Dai dati è emerso che maggiore sensibilità al tema appartiene alle donne e ai giovani sotto i 34 anni.
Secondo l’indagine il 71% degli italiani condivide gli obiettivi e i metodi del movimento per il clima Global strike.
L’89% degli italiani crede che il riscaldamento globale sia un’emergenza e che bisogna intervenire.
L’85% concorda sul fatto che l’Italia stia già vivendo condizioni atmosferiche più estreme.
Il 67% non crede che il governo italiano stia facendo abbastanza per affrontare il cambiamento climatico.
In Italia il 69% della cosiddetta «generazione del nuovo millennio», composta da persone tra i 18 e i 34 anni, ritiene che il riscaldamento globale sia provocato dalle attività umane, opinione condivisa solo dal 52% degli over 65.
A livello internazionale 13 nazioni su 26 intervistate vedono il cambiamento climatico come un pericolo.
Tuttora un 20% di cittadini dell’UE non si sente preoccupato quando pensa ai cambiamenti climatici.
Gli europei scettici, cioè coloro che dubitano dell’effettiva esistenza del fenomeno o che lo negano, rappresentano percentuali molto basse, rispettivamente pari al 6% e all’1%.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.