Islanda approva la la legge sulla parità di salari

Dal 2020 in Islanda sono azzerate le differenze di stipendio tra uomini e donne, assicurando la parità di salari con una legge e con multe fino a 450 euro per ogni trasgressione.
La legge prevede che le aziende possano adeguarsi gradualmente, ma il 2020 sarà l’anno limite per chi ha più di 25 dipendenti.
L’Islanda è già da diversi anni in cima alla classifica del Global Gender Gap Report redatto dal World Economic Forum, il rapporto annuale che studia l’equità tra uomini e donne nei rapporti di lavoro, nella politica.
La prima donna al mondo eletta presidente della Repubblica è stata proprio una islandese, Vigdís Finnbogadóttir, nel 1980.
Secondo Un Woman, l’ente delle Nazioni Unite per l’uguaglianza di genere, le donne nel mondo guadagnano in media il 23% in meno degli uomini.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.