Il galateo delle precedenze: chi passa prima e chi dopo, in casa e nei luoghi pubblici

Il rispetto delle precedenze è importante anche nella vita quotidiana.
Vediamo insieme come funziona secondo le regole del galateo.

In casa:

Nelle stanze entra prima il padrone di casa, per evitare imbarazzo all’ospite.
Se è il cameriere ad aprire la porta, lascerà il passo all’ospite.
Se si fa visitare una casa, o se si deve far strada a persona che non conosce l’abitazione, il cameriere o il padrone di casa salgono e passano per primi.

Davanti a una porta, se due persone devono passare, la precedenza è data alla signora, all’ospite più anziano, all’ospite più importante. Il ritornello del “passi prima lei” è da evitare.

Quando ci si siede in salotto, si lascia all’ospite il posto migliore. Sul divano, in genere l’ospite è alla destra del padrone di casa o di chi invita.

Nei luoghi pubblici:

Entrare e uscire da un portone, negozio, metropolitana: escono prima quelli che sono all’interno, quindi entrano gli altri. Eccezioni: se piove a dirotto; se a entrare è una signora e chi deve uscire è un uomo; se chi entra è un anziano e l’altro è giovane; se chi deve entrare ha un bimbo in braccio o un impedimento serio.

Entrare in un bar, in un ristorante: prima entra l’uomo, tiene aperta la porta e fa entrare la donna. Se ad aprire la porta è un cameriere entra prima la donna seguita dall’uomo.
Uscire da un bar, da un ristorante: esce prima la signora (l’uomo o un cameriere avrà aperto la porta) seguita dal suo accompagnatore.
Entrare in una porta girevole: l’uomo tiene ferma la porta, fa entrare la signora e la segue, nel vano successivo.

Per strada, alla donna è lasciato sempre il lato protetto e l’uomo cammina sul lato esterno del marciapiedi.
Quando è possibile, la donna cammina alla destra del suo accompagnatore, sia uomo o persona più giovane o di minor grado.
Con due uomini, la donna camminerà in mezzo.

Se piove, l’uomo tiene l’ombrello aperto e ripara la donna (in questo caso è sconsigliabile cambiare lato a ogni cambio di marciapiedi).

Camminando su un marciapiedi stretto, incontrando qualcuno che viene dal lato opposto lascia il passo chi è sul lato esterno.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.