I Savoia aprono alle donne la linea di successione

Con un’intervista a Il Corriere della Sera, Emanuele Filiberto di Savoia, 47 anni, ha annunciato di abolire la legge salica stabilendo che, dopo di lui, la prima in linea di successione sarà Vittoria, 16 anni, sua prima figlia.
Una decisione presa in nome della “parità di genere” e contro le “discriminazioni sulle donne”, che segue l’esempio delle più grandi monarchie d’Europa che saranno guidate da una nuova generazione di Principesse, vedi Leonor di Spagna, Vittoria di Svezia, Ingrid Alexandra di Norvegia, Elisabetta del Belgio e Caterina Amalia dei Paesi Bassi.
Vittoria di Savoia, da oggi erede del casato dei re d’Italia dopo il padre Emanuele Filiberto, nata il 28 dicembre del 2003 a Ginevra.
«Come tratto di speciale benevolenza confermiamo alla nostra diletta nipote Vittoria Cristina Chiara Adelaide Maria il trattamento di Altezza Reale, la qualità di Principessa Reale e le conferiamo il titolo di principessa di Carignano seguito dal titolo di marchesa d’Ivrea», ha infatti disposto Vittorio Emanuele. Nominandola anche Dama di Gran Croce, decorata del Gran Cordone, dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro. Mentre la sorella minore è principessa di Chieri e contessa di Salemi.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.