God’s not dead 2

Ispirato a numerose cause legali accadute negli Stati Uniti, il film affronta il delicato tema della difesa del diritto alla libertà di espressione e di opinione.
Il film affronta il delicato tema della difesa del diritto alla libertà di espressione e di opinione, spingendo a interrogarsi sui grandi valori della vita, per arrivare a chiedersi: quanto si è disposti a rischiare per difendere ciò in cui si crede?
L’ambientazione si sposta dal college del primo God’s Not Dead all’aula di un tribunale, dove un’insegnante di liceo, Grace Wesley, viene chiamata in giudizio per aver fatto proselitismo in classe, rispondendo alla domanda di una studentessa sulla figura storica di Cristo.
Grace insegna storia in un liceo. Durante una lezione, le viene chiesto di mettere in relazione gli insegnamenti di Ghandi, Martin Luther King e Gesù. Lei risponde citando le Scritture e finisce in tribunale, per aver violato la separazione tra Stato e Chiesa. Dovrà provare la veridicità storica della figura di Cristo.
Per l’accusa, rappresentata da uno dei più prestigiosi avvocati americani tale accadimento dovrà servire a creare un precedente finalizzato alla rimozione di ogni argomentazione di fede dai luoghi pubblici.
La difesa, affidata ad un giovane avvocato di ufficio con poca esperienza ma di grande determinazione, riserverà però alcuni colpi di scena.

Regia di Harold Cronk. Un film con Jesse Metcalfe, David A.R. White, Ray Wise, Robin Givens, Melissa Joan-Hart.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.