Eccezionale ritrovamento a Pompei di due corpi definiti

Straordinaria scoperta a Pompei, dove sono stati ritrovati due corpi intatti di un padrone e uno schiavo.
Pompei continua a sorprendere e a regalare meraviglie nascoste. L’ultima scoperta mostra i corpi intatti di due uomini immortalati pochi istanti prima di morire, travolti dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.c. e deceduto per scoop termico.
La scoperta è avvenuta durante l’attività di scavo in località Civita Giuliana, a 700 metri a nord ovest di Pompei, nell’area della grande villa suburbana dove già nel 2017 furono rinvenuti i resti di tre cavalli bardati.
Le due sagome sono riemerse dalle ceneri grazie alla tecnica dei calchi in gesso, sono ben definite e raccontano la loro storia.
Con altissima probabilità si tratta di un ricco pompeiano avvolto da un mantello di lana visibile grazie alle pieghe che la stoffa ha formato, e del suo schiavo deceduto accanto a lui.
Grazie a questa particolare tecnica con i calchi ideata nell’Ottocento da Giuseppe Fiorelli che prevede l’introduzione di una colata di gesso liquido nelle cavità lasciate dai corpi degli abitanti, è stato possibile osservare anche alcuni dettagli come le vene delle mani dei due uomini.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.