Di nuovo sulla Luna e ci sarà anche l’Italia

E’ stato firmato uno storico accordo tra Italia e Stati Uniti per la collaborazione attiva delle rispettive agenzie spaziali nel Programma ARTEMIS, programma che prevede il ritorno dell’essere umano sulla Luna.
Il programma spaziale ARTEMIS mira a raggiungere una presenza sostenibile e duratura sulla Luna a partire dal 2024.
I paesi fondatori del programma e che hanno firmato gli accordi di ARTEMIS sono Australia, Canada, Giappone, Lussemburgo, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, Stati Uniti d’America e Italia.
La navicella che porterà di nuovo gli astronauti e le astronaute sulla Luna sarà la Orion costruita da Lockheed Martin grazie alla spinta iniziale del razzo vettore Space Launch System (SLS).
Nel 2024 si tornerà sulla Luna, mentre nel 2028 si intenderà mantenere una presenza poco al di fuori di essa con il Lunar Gateway, una piccola stazione spaziale orbitante intorno al nostro satellite che potrebbe fungere anche da punto di partenza per le missioni verso Marte.
La cooperazione internazionale di ARTEMIS non mira solo a rafforzare l’esplorazione dello spazio, ma anche a migliorare le relazioni pacifiche tra le nazioni.
L’amministratore associato della NASA, Mike Gold ha detto: “fondamentalmente, gli accordi di ARTEMIS contribuiranno ad evitare conflitti nello spazio e sulla Terra, rafforzando la comprensione reciproca e riducendo le interpretazioni errate.”

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.