Bambini no-vax in classe, la loro compagna non può andare a scuola

Il dibattito sui vaccini andrebbe lasciato a chi ne ha le competenze mediche e scientifiche, altrimenti si rischia di fare più danni.
A Treviso infatti in una classe in cui erano presenti bambini non vaccinati, quando si sono ammalati (di varicella), una loro compagna è stata costretta a restare a casa perché aveva un deficit immunitario e non poteva essere contagiata.
La bambina a causa di un problema al fegato è immunodepressa e una malattia per lei potrebbe essere molto pericolosa.
Una situazione molto grave, dato che questa bambina si è trovata nella impossibilità di andare a scuola, ma non solo, di andare in gita, di partecipare ai laboratori, e di concludere serenamente il suo anno scolastico.
I bambini che si sono ammalati non erano stati vaccinati dai genitori i quali pare si siano dichiarati contrari alle vaccinazioni.
Stando ai fatti di cronaca, è stata depositata in procura una denuncia contro ignoti da parte dei genitori.
La denuncia è stata fatta in quanto la scuola avrebbe dovuto allontanare i bambini no-vax perché all’epoca sussisteva l’obbligo di vaccinazione e chi ne ha pagato le conseguenze è stata la bambina immunodepressa che si è vista costretta a restare a casa.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.