Apre in Egitto la tomba di Mehu dopo 4000 anni

In Egitto dopo ben 4000 anni si riapre la tomba di Mehu.

Sono passati 78 anni dalla scoperta, nel 1940 durante una missione diretta dall’egittologo Zaki Saad, adesso è stata restaurata ed è visitabile dai turisti.

La tomba di Mehu si trova nella necropoli egiziana di Saqqara, nella piramide di Djoser, eretta per la sepoltura del sovrano della III dinastia dall’architetto Imhotep.

La piramide di Djoser all’interno custodisce tre camere funerarie, quella di Mehu, quella del figlio Mery Ra Ankh e del nipote Hetep Ka II.

Mehu ebbe un ruolo influente nella corte reale della sesta dinastia, possedeva almeno 48 titoli nobiliari, era un visir, il capo dei giudici e il direttore del palazzo al tempo del re Teti, il primo re della sesta dinastia.

Per questo possiamo comprendere anche la bellezza delle decorazioni della sua tomba, delle iscrizioni e dei geroglifici che raccontano la vita di Mehu e le attività di cui si occupava, che consentono di risalire alla storia di quel periodo e di questo illustre personaggio dell’antico Egitto.

 

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.