Come sarà il 2021?

In attesa degli oroscopi dei segni, vi lascio qualche anticipazione sul 2021.

Il 2021 si apre con un evento celeste di portata eccezionale: la congiunzione tra Saturno e Giove in Acquario, segno d’Aria, che aprirà la strada a un nuovo ordine sociale ed economico. Ciò non accadeva da secoli! (poichè si sono congiunti sempre nei segni di terra). Da adesso invece si congiungeranno nei segni d’Aria fino al 2260.
Questa congiunzione portò alla Rivoluzione Industriale, alla Rivoluzione Francese, all’Indipendenza Americana. Ci troveremo quindi all’inizio di un passaggio epocale profondo, una porta d’accesso a qualcosa di molto importante. È una congiunzione storica.
Giove impiega dodici anni per percorrere l’intero Zodiaco, Saturno quasi trenta, ma ogni vent’anni si incontrano in congiunzione.
Quindi i prossimi vent’anni saranno governati da valori acquariani. L’Acquario aprirà nuove porte, ci farà guardare il mondo attraverso una lente diversa, quella dell’innovazione, perché è il Segno del progresso, della tecnologia, della sperimentazione.
L’Acquario è anche il segno dell’altruismo, del pensiero visionario, dell’indipendenza, delle associazioni umanitarie e sociali, delle grandi rivoluzioni ideologiche. L’Aria, elemento del segno, è in continuo movimento, è impossibile collocarla territorialmente o stabilire a chi appartenga.

Il 2021 inoltre si apre con Giove, Saturno, e Mercurio tutti in Acquario, significa che la scienza sarà favorita; l’umanità investirà nel progresso, cosa che sicuramente sosterrà l’acquisto dei vaccini e la ricerca scientifica.

Il 2021 però sarà un anno complesso e pesante, subirà l’eco del 2020, avremo una lenta risalita ma non sarà l’anno della “luce” e della “rinascita” vera e propria. Si tratterà di resistere ancora un po’ prima di vedere realmente la rinascita.
Tra gennaio e metà febbraio certe regole non si percepiranno più credibili e valide: è il bisogno di sovvertire il sistema, una struttura che nella sua ambiguità ha generato paranoie e rimugini non più tollerati (Urano e Marte in Toro fanno quadratura a Giove e Saturno in Acquario).
Il periodo più critico è la fine di gennaio, anche dal punto di vista dell’economia. Ci sarà impazienza (Mercurio Quadrato Marte a 1°34’), ci sarà la voglia di aggrapparsi al trascendentale (Luna Quadrato Nettuno a 4°27’), ma anche una grande voglia di esprimersi liberamente e di ribellarsi. Prenderanno piede movimenti e gruppi idealistici.

Il resto dell’anno sarà diretta conseguenza delle criticità dell’inizio.
Altro momento di tensione sarà tra fine primavera e inizio estate.
Inizierà poi un periodo di lenta ripresa.
In agosto saranno favorite le attività artistiche (Sole Congiunzione Mercurio a 8°14’) ma anche le tendenze individualistiche e a trovarsi i propri spazi.
Sarà un anno ancora piuttosto faticoso e pesante a livello globale, ma comunque, seppur lentamente, ci muoveremo verso la ripresa e verso qualcosa di nuovo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.